Chasing the Mad Rabbit

Sessione 10

Diario di Calthas

Frammento 1

Detesto le feste. Le feste sono quegli eventi dove tutti si divertono tranne te, tutti ridono alle tue spalle, e certamente appena ti rilassi qualcuno finirà per darti uno spintone per farti cadere in piscina; eppure, devi andarci comunque. Almeno adesso c’è dio che mi protegge lasciamo stare, ormai lo conosco abbastanza da sospettare che sarebbe il primo della fila. Comunque, non mi fido per niente di questi indigeni. Grazie alla magia traduttrice dello sciamano (ma tradurrà correttamente? E se quello che diciamo non fosse quello che intendiamo?), abbiamo parlato col loro capo, che non ci ha detto niente di utile.

Anche lui ha insistito che incontreremo la Grande Madre “quando sarà pronta”, o “quando saremo pronti” noi, o qualche altra idiozia misticheggiante. Sto cominciando a temere che si tratti di una scusa per trattenerci qui. Oppure che vogliano drogarci e sacrificarci a lei in stato di incoscienza. Anche durante la festa, ho chiesto a dio di assicurarsi che nessuno avveleni il mio cibo e le mie bevande. Guarda caso, uno degli sciamani mi ha guardato male. Scommetto che sta cercando di drogarci: infatti, Johell ha bevuto sì e no un dito di “succo di frutta fermentato”, eppure si è sbronzato come una scimmia equatoriale. Lynarien non ha risentito molto, invece, ma lo conosco; è più furbo di una faina e avrà trovato il modo di liberarsi delle bevande avvelenate senza farsi notare.

Non devo far capire agli indigeni che ho scoperto il loro gioco. Ho una scusa pronta per le mie preghiere prima dei pasti: racconterò che è parte della mia religione. Per quanto ne so, potrebbe anche essere vero.

Frammento 2

Abbiamo incontrato la Grande Madre, prima di quanto pensassi. Ormai ci aspettavamo di tutto meno che una bellissima donna, per di più capace di parlare le lingue imperiali, eppure era lei. Ci ha dato alcune informazioni sulle altre isole dell’arcipelago, ma niente di utile. In particolare, non ci ha detto quasi nulla riguardo a questo misterioso “scopo” per il quale saremmo qui, e non ci ha detto nulla che possa aiutarci a fuggire.

Sono molto dubbioso su questa Grande Madre, e sulle sue profezie. Si diverte un sacco a dire “avevo previsto” questo e quello, e ha detto che la nostra visita ha a che fare con la maledizione dei non morti. Questi sono vecchi trucchi da chiromante di strada. Per dire che “avevo previsto” il passato non servono certo doni profetici, e ha parlato della maledizione solo dopo che l’ho tirata fuori io per primo.

Parlando di vecchi trucchi da chiromante di strada, ho chiesto a Hei di farmi delle medagliette da divinazione. Cara “Grande Madre” (sempre che questo sia il tuo vero nome), questo gioco possiamo farlo in due!

Nota geografica

L’arcipelago è formato da un numero imprecisato di isole, di cui la maggior parte è disabitata ed è usata dagli indigeni solo come base per la pesca. Gli indigeni abitano l’isola maggiore, che sembrerebbe essere la più ospitale. A ovest c’è l’Isola dei Morti, dove siamo naufragati noi. A nord c’è l’Isola dei Cannibali, da dove vengono quei folli con cui abbiamo combattuto quando siamo arrivati. Ad est c’è l’Isola delle Nebbie, una montagna che si erge dal mare, che gli indigeni non hanno mai esplorato perché dall’interno provengono “urla demoniache” (come facciano ad identificarle in questo modo non lo so, forse sono dei babbuini).

Oltre l’Isola delle Nebbie c’è una cosiddetta Isola di Sigarò; gli indigeni non ci sono mai andati (seriamente, ho visto funghi con più spirito di esplorazione; non sapevano neanche del lago sull’Isola dei Morti). Infine, i pirati che bazzicano queste acque hanno una base su un’ulteriore isola, chiamata Tortuga (mi sembra di averne sentito parlare prima). Questi pirati restano, per quanto ne sappiamo, l’unico gruppo in grado di abbandonare l’arcipelago.

Comments

Nota geografica : da quello che mi ricordo io ad est dell’isola dove siamo ora c’è l’isola dei nonmorti (dove eravamo prima) ed ancora più ad est c’è l’isola Sigaro (cubano???). L’isola “nebbiosa” con la megamontagna è a sud-est e a sud c’è l’isola dei pirati. Ricordo male?

Sessione 10
filpolo

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.