Chasing the Mad Rabbit

Sessione 17

Diario di Calthas

Frammento 1

…guadare era impossibile, e attaccare dieci gorilla nelle nostre condizioni sarebbe stato molto pericoloso. Penso che dio, con un po’ di persuasione, ci avrebbe concesso di arrivare fin lì senza farci scoprire, ma chiedergli di darci anche il tempo di indossare nuovamente le armature forse era pretendere troppo. Così abbiamo deciso di lasciar perdere – temporaneamente. E’ importante che visitiamo quelle rovine. Sono sempre più convinto di essere finito su quest’isola per un motivo preciso, e non può essere solo studiare la cultura locale (studio, questo, che potrebbe venire completato in un paio di giorni al massimo, inclusa la revisione).

Anche il marchio di Asmodeus sul “barone” è parte di uno schema. I Sahuagin non avevano davvero nessun motivo di venire qui, se non per seguire i suoi ordini. Quindi, su queste isole c’è qualcosa che interessa ad Asmodeus. Esaminiamo le possibilità:

  • la ricetta della frittata con banane di Sasikirana?
  • il segreto di come farsi i denti a punta da cannibale?
  • un’orda di scimmie infoiate?
  • il migliore bordello di Tortuga?
  • i segreti di un impero che predata tutte le civiltà ancora esistenti, e che lavorava quotidianamente l’oricalco?

Io so di certo cosa interesserebbe a me (ma se resto su quest’isola ancora a lungo, e non trovo un’indigena disponibile, le mie priorità potrebbero cambiare).

Frammento 2

E’ noto che i nani sono maestri della lavorazione del metallo. I lavori in pelle non vanno del tutto a loro genio. Tuttavia, mi sarei aspettato che perfino un nano potesse arrivare a comprendere che, se vuoi un portamonete in pelle di serpente, devi prima uccidere il serpente!

Dopo, siamo tornati al lago (vedi sopra), e, dopo ancora, abbiamo risalito il corso del fiume, fino ad una radura dove si trovavano alcune cose di interesse. I segni di una passata fortificazione. Due tombe poco profonde, ovviamente vuote – mi sono chiesto per un po’ che senso avessero, poi Hei ha ipotizzato che fossero solo memoriali. Non sono del tutto convinto; lasciare uno scudo a mo’ di lapide lo capisco, ma rigirare due metri quadri di terra vuota non mi sembra particolarmente dignitoso. D’altra parte, sono nani. Può darsi che scavare sia una cosa religiosa per loro.

Infine, c’è un avvallamento rettangolare, come se qualcuno… boh, avesse iniziato a preparare le fondamenta di un edificio? Siamo tutti a corto di ipotesi, qui. O come se ci fosse stato un edificio, e poi fosse stato portato via per intero? Un’azione del genere richiederebbe uno sforzo poco plausibile. Forse gli edifici di questi nani sono semoventi – sembra assurdo, ma i nani sono ingegnosi (non per niente c’è il termine “nanotecnologia”).

Nota naturalistica

Qualche tempo fa, avevo notato che gli elfi hanno una sorprendente mancanza di fantasia nel dare i nomi alle cose (vedi “isola degli elfi”). Oggi ne ho ricevuto ulteriore conferma. Su certi cespugli di quest’isola crescono delle bacche che potrebbero spiegare il comportamento estremamente aggressivo dei gorilla. Johell dice che si chiamano “bacche della follia”. Normalmente ne farei un disegno, ma devo conservare la carta.

Sarebbe interessante studiare le eventuali proprietà medicinali di queste bacche. Abbiamo un’ipotesi che i cannibali le usino per entrare in uno stato di furia guerriera. Chissà se ci sono anche le “bacche della lussuria”.

Comments

filpolo

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.