Chasing the Mad Rabbit

Sessione 18

Diario di Calthas

Frammento 1

…archeologica nanica. Ma nessun nano vivo, finora; né morto, ma purtroppo quello si spiega facilmente. Nella stanza prima delle doppie porte, ho notato che una sezione di parete era sorprendentemente in buono stato. Ho segnalato la cosa ai miei compagni inumani* e abbiamo scoperto che quella sezione di parete era un’illusione volta a separare una zona di servizio da quella dove ci trovavamo noi, che doveva essere una zona di rappresentanza.

Non abbiamo fatto in tempo ad esaminare la nuova area, quando dal soffitto mi è colata addosso dal soffitto quella che sembrava essere una secchiata di acido solforico. Ovviamente, la cosa mi ha indisposto, e i momenti successivi non mi sono chiarissimi. In effetti, mi sono rannicchiato in un angolo per poter urlare di dolore in santa pace. A quel punto, ho visto che sul soffitto c’era una specie di creatura, e ho detto chiaro e tondo a dio che non mi paga abbastanza per questo, e che il mostro di melma corrosiva se lo poteva combattere lui. Dio mi ha preso in parola e ha effettivamente combattuto al posto mio. Adesso che so che è disposto a farlo, glielo chiederò più spesso.

Per la cronaca, ho letto da qualche parte di una cosa del genere; le mie fonti lo chiamano “protoplasma nero”. Heruel ha detto che il mostro era un “pudding nero”. Se nelle sue terre d’origine lo servono a colazione, capisco perché se ne sia andato.

*a proposito, ho avuto l’impressione che Hei se la sia presa, forse perché mi è scappato “inumati”, ma d’altra parte siamo sottoterra! E’ un errore comprensibile!

Frammento 2

…Hei ha caricato le armature animate come un bambino che corre dietro ad un giocattolo a molla goblin. Quando le urla ed il clangore metallico si sono quietati, eravamo senza fiato e coperti di sangue*. E poi ha rimproverato noi per il pessimo posizionamento tattico.

*nota che questo capita anche con i giocattoli a molla goblin.

Nota alchemica

Heruel mi ha detto che, se riusciamo a mettere assieme un laboratorio artigianale degno di questo nome, può produrre alcune pozioni. Ha elencato il Filtro d’Amore, l’Olio Lubrificante, e la Pozione di Crescita Gigante. A quel punto avevo capito dove stava andando a parare e ho cercato di fermarlo, ma è riuscito comunque a citare la Pozione di Amicizia con gli Animali.

Normalmente, a questo punto, mi ubriacherei per cancellare le terribili immagini che mi sono passate per la mente. Purtroppo, su quest’isola non c’è un pub. Posso solo pregare dio di concedermi un sonno senza incubi.

Comments

filpolo

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.